L'approccio

SMARTGRIDSITALIA si sviluppa seguendo un approccio di tipo applicativo, partendo dall’analisi – svolta in collaborazione con i costruttori delle tecnologie utilizzate - di applicazioni di Smart Grids realizzate, identificando funzioni ritenute significative ai fini della diffusione su larga scala e di possibile mercato di soluzioni Smart Grid.

Per tali funzioni si stanno definendo le architetture e i requisiti sui diversi piani del modello di architettura SGAM (Smart Grid Architecture Model)  identificando prodotti e soluzioni delle aziende partecipanti che possano soddisfare i requisiti delle applicazioni ipotizzate (approccio di tipo “Top-down”).

Le imprese partecipanti potranno selezionare i prodotti che vogliono mettere in gioco nell’iniziativa, che potranno essere “mappati” sul piano di rappresentazione delle Smart Grid – piano SGAM (Smart Grid Architecture Model) - definendo delle mappe che esplicitano le interfacce che i prodotti devono avere verso il resto della Smart Grid ai fini dell’interoperabilità (approccio “Bottom-up”).

In tal modo si potranno da un lato radunare gli attori attorno ad applicazioni specifiche per iniziare il percorso di creazione del Sistema Industriale Italiano e dall’altro fornire ai partecipanti uno strumento che permetta di identificare i prodotti che vogliono mettere in gioco nell’iniziativa e verificarne l’interoperabilità.